I love shopping in bianco – Sophie Kinsella

La buffa spendacciona Rebecca Bloomwood, ormai stabilitasi a New York, lavora come personal shopper in una lussuosa catena di negozi made in USA, quando finalmente il suo plurimpegnato e ambito fidanzato le chiede di sposarlo! Becky è al settimo cielo, ma come ben sappiamo quando si tratta di lei, tra il dire e il fare nel mezzo c’è un mare di guai, sopratutto se a rendere le cose ancora più complicate ci si mette la ricca e maligna Elinor, nonchè madre di Luke, con cui lo stesso Luke ha un rapporto alquanto difficile. La donna, per perseguire i suoi interessi di immagine, è disposta ad offrire loro un matrimonio da favola al Plaza di NY, quello che Becky aveva sempre sognato. Allo stesso tempo però i genitori di Becky vogliono che il matrimonio si svolga in Inghilterra nella casa di famiglia. Becky si ritrova quindi a dover decidere tra un principesco matrimonio a NY e un umile e semplice matrimonio a Oxshott; per non rinunciare a strisce e stelle, e per non offendere la sua famiglia, d’impulso accetta entrambe le proposte, sperando di trovare poi una soluzione. Ma, invece di risolvere la questione, si dedica alle varie prove matrimoniali, dall’abito da sposa, alla decisione del menù, alle deguestazioni di dolci, alla scelta delle bombonieri, ecc.. per poi arrivare a un passo dai due matrimoni, fissati in due parti diverse del mondo, per lo stesso giorno!!! Come riuscirà la nostra Becky questa volta a salvare il matrimonio e partire in luna di miele come Signora Brandon ???

Probabilmente uno dei miei preferiti! “I love shopping in bianco” l’ho letto tutto d’un fiato dopo averlo preso in prestito presso la biblioteca della mia città. Un fantastico viaggio nel mondo del matrimonio in cui spunta anche la nota riflessiva. Per quanto la pazza Becky appaia una persona materialista, si accorge che nessun lusso al mondo le regalerà la felicità e l’affetto della sua famiglia. In questo libro emerge anche il brutto e triste rapporto tra Luke e la madre, un argomento non in linea con la burlaggine dei precedenti “shopaholic” e non sempre facile da trattare, ma che la Kinsella sa rendere un normale tema di vita quotidiana.

Un’ottima lettura per le future spose che vogliano qualche spunto per il loro matrimonio..

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...