..quella notte a Trieste

L’altro giorno, Giulia, l’amica con cui mi incontro in giro per il mondo, ha postato su Facebook una foto di Trieste, e ho potuto ricordare con piacere un piccolo tour di qualche anno fa che ci vedeva protagoniste, con partenza da Trieste appunto. Fu la mia prima, e per il momento anche l’ultima, volta nel Friuli Venezia-Giulia (con Giulia!!). Anche se ci ho passato solo un giorno e una notte, la città mi ha stregata per la sua bellezza. La mia giornata si aprì su “Piazza Unità d’Italia”, che ho subito ribattezzato “Piazza del Popolo” per intenderla come la piazza principale (dato che nella mia città è così!), ma i triestini non hanno gradito, e Giulia per questo motivo a distanza di anni ancora mi prende in giro! Trascorremmo poi il pomeriggio al mare distese sui marciapiedi di Lungomare Benedetto Croce.. si si, su dei marciapiedi appositi che costeggiano la scogliera e dove l’accesso all’accqua è possibile grazie a delle scalette da piscina; la zona è gremita di gente e di giovani, la vegetazione è rigogliosa, l’acqua verde smeraldo e sullo sfondo di questo quadro è possibile vedere in lontanana il Castello di Miramare. La sera optammo per una cenetta tipica triestina (prevalentemente affine alla cucina istro-dalmata) presso un ristorante del centro, a base di vino e “lubjanska”, ovvero una fettina impanata gigante farcita con formaggio e prosciutto cotto, che io conoscevo già sotto il nome di “Cordon Bleau”.
A questo punto devo aprire una piccola parentesi.. erano gli anni in cui al governo c’era un ministro, anzi una “ministra” a cui Giulia assomigliava tantissimo, era praticamente la sua versione giovanile!! ..e io non ho potuto fare a meno di affibbiarle un soprannome combinato tra il suo cognome e quello della “ministra” !! ok, chiusa parentesi ..poi capirete! 😉
Dunque, finito il cordon bleau gigante e scolato il vino friulano, al momento di pagare non sono riuscita a trattenermi nel dire ai padroni del ristorante che quella sera erano stati molto fortunati ad aver avuto a cena la sorella minore di questa “ministro”. Non credevo sicuro che qualcuno potesse prendere per seria la mia battuta.. e invece no, fu l’inizio della fine… in senso positivo!!! 😀
A tal proposito la cena ci venne offerta, e un tipo che sembrava Babbo Natale versione estiva, che nel frattempo aveva ascoltato la “rivelazione”, si offrì di accompagnarci in qualche pub per il dopo cena. Fu così gentile che accettammo; lo seguimmo a piedi verso l’ignoto, e non nego che a un certo punto io e la mia amica, nonchè “sorella per una notte di una ministra”, iniziammo ad avere qualche timore!! Oltretutto, lungo il perscorso a piedi, il gruppo si stava ampliando perchè la notizia della presunta sorella della ministra si stava spargendo a macchia d’olio. Finimmo in un bar il cui aspetto lasciava un pò a desiderare, ma una volta dentro ci fornirono di parrucche, occhialoni anni ’70 e microfoni, e scattò il KARAOKE.. ricordo ancora la mia performance con il “cobra” della Rettore!!
Dal “cantaTu” di Fiorello si passò poi ad “appuntamento con la storia”! Nelle “segrete” del bar infatti, ovvero nel retro, si nascondevano i vecchi vagoni dei treni risalenti alla II Guerra Mondiale. Che notte.. e ancora non era finita perchè era solo l’una e mezza, e nel frattempo avevamo fatto amicizia con due baldi, ma non belli, giovani che stavano per andare a finire la serata nella zona di Sistiana, una fantastica località a 20 km circa da Trieste da poter godere sia by day sul mare, che by night nelle sue discoteche. I ragazzi ovviamente, col fatto di avere a che fare con la sorella di una “politica”, erano esaltati e disposti a pagare tutto, dai drinks al taxi di andata e ritorno. Io e Giulia non sapevamo più cosa pensare e come comportarci ma ormai eravamo troppo in ballo con questa storia e abbiamo deciso di continuare a “ballare” !!
Per fortuna che l’indomani era già ora di andarsene e proseguire il tour verso la Croazia; io e Giulia non avremmo certamente retto un’altro giorno di recite.. ma se qualcuno ci avesse detto qualcosa, noi ci saremmo semplicemente difese dicendo che avevamo raccontanto cavolate esattamente come fanno i politici con noi del resto!!! 😛
Da allora sono passati diversi anni, quella “ministra” è scomparsa dalla scena politica, e la nostra storia suppongo sia stata spazzata via con la “bora”; quindi credo proprio che potrò fare tappa a Trieste in condizioni di sicurezza; mi piacerebbe tantissimo ritornare in occasione della Barcolana (www.barcolana.it).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...