SÁBADO Y DOMINGO

IMG_7163

SABADO
A valencia il tempo si è fermato, è ancora luglio! un bel sole caldo…ho subito pensato “Fantastico! Ho fatto la scelta giusta! Speriamo sia sempre così!”. Ad attendermi in aeroporto, Rafa and Rafa, o per meglio intenderci Rafael, il babbo, e Rafita il piccolo monello di 2 anni e mezzo! Arrivata nella loro casa al mare ad Alboroya, ho conosciuto in fretta e furia Lydia, la mamma, e Lydia la bimba di 1 anno e mezzo; il tempo di mettere il “banador” e via nella piscina dell’urbanizzazione della “patacona”..ah ah.. non sto scherzando..prende il nome della playa.
In Spagna succede spesso che le famiglie vivono, generalmente solo per il periodo estivo, in dei complessi residenziali chiamate urbanizzazioni, in cui ci sono piscine e campi da gioco (tennis, calcetto, playground). In occasione del mio arrivo e del compleanno di Lydia è stato organizzato un bel pranzetto vicino alla piscina con un po’ di famiglie e di marmocchi! Ho potuto assaggiare la “fideua”, ovvero una paella fatta, non di riso ma, di pasta, tipo vermicelli; “muy buena”, ho continuato a dire tutto il tempo.. eh eh non sapevo dire di più ..comunque era davvero squisita!! Si è anche brindato con vino e cerveza tan bien! (certo nulla a che vedere coi festini della Social House di Sandy). Inoltre i vari genitori hanno creato uno spazio giochi per bambini con i gonfiabili.. sono davvero attrezzate queste famiglie spagnole e anche molto giovani; infatti, a parte una mamma peruviana che ha 45 anni (portati benissimo tra l’altro), le altre mamme sono sui 35 anni; la più giovane ne ha 32, e inizialmente le ho chiesto se fosse una “nanny” pure lei! Ha riso per mezz’ora, e ovviamente era al settimo cielo, tanto da andarlo a dire a tutte le sue amiche della piscina!!
Per quanto riguarda la “mia” famiglia, mi è parso di capire che lui fa il preparatore atletico presso l’università, ed è un bel tipo, mentre lei fa l’ottico, e ha un’ottica tutta sua, ha le “minorchine” come me, ed è una bella tipa. La casa al mare in cui vivono, e in cui mi occuperò dei bambini, è poco fuori città, piccola ma vicino alla spiaggia, mentre la casa in cui vivo io è vicino al centro di Valencia ed è fantastica.. 3 camere da letto.. 2 bagni.. arredamento 5 stelle.. una sala pazzesca e uno studiolo che farò mio come “l’ufficio della blogger”.. già mi vedo, quando torno a casa il pomeriggio dopo essere stata con i bambini, a mettermi a scrivere con l’occhialino da segretaria! Però, eh si c’è un però..pensavo di spassarmela da sola in questa immensità, invece, sorpresa! Dovrò condividere la casa, a mò del film “l’appartamento spagnolo”, con una giovane coppia di Cartagena; lui non è altro che il nipote di Lydia, lei è la sua ragazza; lavorano qui al momento e non sanno per quanto..
Aspetti Positivi: parlano solo spagnolo e quindi avrò più occasioni di imparararlo.. e poi ti dirò che l’idea di vivere in questa casa enorme con altre persone non mi dispiace..
però…..
Aspetti Negativi: mi hanno fregato la camera matrimoniale con bagno privato; lavorano fino a tardi la sera e non avrò modo di parlarci in spagnolo…

A proposito di spagnolo! Io mi sto impegnando, mi butto nei discorsi, metto una “S” a fine parola, ma mi sento proprio una “tonta” come dicono sempre i bambini, cioè un’idiota.. e poi gli spagnoli non parlano un cavolo di inglese, perché sono troppo impegnati a fare le distinzioni tra valenciano e castigliano..uff!!

DOMINGO
La prima cosa che ho fatto domenica.. la sim spagnola! non posso stare senza internet, mi sento persa, sopratutto se vivo da sola in una città che non è la mia! Poi ho raggiunto la casa al mare! Tra una camminata e una pedalata, grazie al servizio di affitto biciclette “valenbisi”, mi ci sono voluti circa 30 minuti!.. non avrò bisogno sicuro della palestra!
Sebbene sia domenica, e non dovrei “lavorare”, ho passato la giornata con la famiglia perché i bambini hanno bisogno di abituarsi alla mia presenza..intanto hanno smesso di chiamarmi TONTA! Ma non urlo troppo vittoria! Si tratterà solo di una tregua! A differenza dell’Australia, dove ero Michi Mouse, qui sono MICAELA.. ! Oggi per pranzo c’era “el cocido”, una specie di zuppa con ceci, patate, carote, chorizo, polpettone, e altro.. mi è piaciuta, ma la polpetta mi è rimasta un po’ sullo stomaco! Dopo il riposino pomeridiano dei bambini, che ammetto di aver fatto anche io con loro, siamo usciti per un “horchata”.. eh quante cose vi insegno!!.. l’orchata è una bibita molto popolare in Spagna, ne avevo già sentito parlare a Minorca, ed è originaria proprio di Alboraya (almeno così mi ha detto Rafa), si tratta della “spremuta di “chufa”.. lo so che state già pensando male, ma sappiate che la “chufa” è un tubero! A questa spremitura si aggiungono poi acqua e zucchero.. viene servita fredda e generalmente la si accompagna ad un “farton”, che ha la pasta del croissant ma la forma di un “churro”!

IMG_7589.JPG

A fine giornata, esausta, mi sono fatta una passeggiata in questa playa de la patacona per rilassarmi..spiaggia immensa affiancata da un viale altrettanto notevole, con bar e ristorantini. Appena ho visto il Beach Bol, un chiringuito muy bonito, mi ci sono fiondata.. “Una capirina por favor”, e mi sono messa in spiaggia a brindare da sola, e a leggere un libro; ma la lettura è durata poco perché ho subito conosciuto una coppia di Roma che lavora da 3 anni a Valencia.. “..vedrai ti troverai bene, poi valencia ha un clima bellissimo, non piove quasi mai..” .. é quel “quasi” che mi ha fregato! Vi dico solo che ho fatto tutto il viaggio di ritorno sotto l’acqua.. te possino.. !!!

IMG_7154

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...