EL DÍA DE LA COMUNIDAD VALENCIANA

(Questo articolo contiene video non visualizzabili da chi mi legge per mail; visita il sito http://www.lagallinellainfuga.wordpress.com)

In Italia un giorno di festa sul calendario, quando non cade nel fine settimana, rappresenta un modo per non lavorare, non andare a scuola, e magari fare una gita fuori porta o un week end lungo da qualche parte! Insomma in Italia è il modo per avere un giorno in più per rilassarsi! In Spagna invece, un giorno di festa non significa riposo.. se nei giorni normali predomina l’andamento lento, ecco che per le feste la città si sveglia, e si fa sentire..a suon di petardi!! Valencia, infatti è una delle città più importanti per i suoi spettacoli pirotecnici, tanto che parte della popolazione passa tutto l’anno ad “allenarsi”, in qualsiasi giorno a qualsiasi ora.. Ormai ci ho fatto “l’orecchio”, ma all’inizio erano davvero fastidiosi, una volta mi hanno addirittura svegliata di soprassalto alle 5 di mattina !! Oppure ricordo, in un’altra occasione, che giravo per il centro da sola, quando ad un tratto ho sentito un sacco di colpi, tipo sparatoria; ero terrorizzata, ma guardandomi intorno vedevo che nessuno se ne curava.. o erano tutti sordi, o doveva esserci un’altra spiegazione! Poi scoprìi che tutto questo “allenamento”, culmina con la famosa festa delle “Fallas”, che ha luogo a marzo ed ogni anno attira milioni di turisti, per la quale vi riporterò una recensione come si deve delle mie, se mai dovessi tornare a Valencia per un week end, magari facendomi ospitare da una delle amicizie che mi sto facendo qui. Intanto, in occasione di San Dioniso, ho potuto avere un assaggio di quello che può significare la “Fallas”; infatti il 9 ottobre rappresenta “El dia de la Comunidad Valenciana”, ovvero il giorno di commemorazione della conquista di Valencia da parte del Re Jaime I, che l’ha sottratta quindi alla dominazione mussulmana.
I festeggiamenti iniziano già da mezzanotte.. e io per l’occasione ero fuori con amici per la mia prima ruta de tapas in Plaza del Cedro, ovvero un giro per i tapas bar convenzionati in cui puoi mangiare una tapas e bere un bicchiere di vino per 2 euro!

IMG_7791.JPG

Finita la ruta ci siamo diretti al Paseo de la Alameda, un ponte in cui poter assistere allo spettacolo pirotecnico, chiamato “castillo”, che apre le danze a questo giorno di festa!

Ma l’appuntamento più atteso e famoso relativo al 9 ottobre, che io mi sono goduta con la mia amica messicana Karla, è la “mascletà”, ovvero uno spettacolo in cui vengono fatte scoppiare numerose file di petardi creando un effetto assordante..

…ma posso assicurarvi che il video non rende giustizia al caos che c’era.. caos fatto di petardi, scoppi, fumo e gente ogni dove!! Tremava la terra!!

Finita la mascletà tutti a comer e a dormir la siesta, ma si fa per dire, perché intanto la città si organizza per l’evento delle 17! Infatti molte strade del centro vengono bloccate per una sfilata folcloristica di abiti tipici valenciani, e arabeggianti (c’era pure la lampada di Aladino)..

IMG_7804.JPG

..ma anche animali..

IMG_7809.JPG

..y musica..

Insomma, spero di avervi fatto assaporare, e capire un po’ il significato, ben diverso da quello italiano, di FIESTA in Spagna!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...