UNA GALLINELLA AL GALLO (di Petriano)

Se ogni gallinella ha il suo gallo, a me è toccato quello di Petriano, che non è una particolare razza in via di estinzione, ne tanto meno un gallo cedrone, ma semplicemente il nome di una piccola località marchigiana, in provincia di Pesaro(e Urbino), in cui mi hanno “cacciata” a lavorare, dove sto scoprendo diverse cose interessanti!

La prima settimana, come tutti i cambiamenti, è stata un po’ traumatica.. innanzitutto ero senza macchina, e per certi versi anche senza telefono, visto che per poter utilizzare internet (e quindi connettermi col mondo) ero costretta ad andare in roaming come fossi stata all’estero! Bè effettivamente quando esco per un caffè, in quei 10/15 minuti mi sembra quasi di fare un salto a Marrakech!!! Il coffee break tuttavia è solo la scusa per andare a leggere l’oroscopo della gazzetta dello sport al Rooster cafè, che tra un colpetto di glutei, sudombelico in rimonta, attività suine, nonchè il punteggio della giornata di ogni segno, rende la mia pausa davvero divertente in compagnia della mia collega Stefania. Il Rooster Cafè (http://www.roostercafe.it/) è caffetteria, gelateria, pasticceria di produzione propria e stuzzicheria, moooolto buono, e ho scoperto che ne esiste un’altro a Urbino (da provare direi!).

img_6367
Io non rinuncio mai a un mignon da accompagnare al ginseng!

Tornando alla prima settimana, dicevo, superato il trauma da primo impatto, entrata in possesso dell’auto (una fantastica 500 cabrio che ancora devo scoperchiare a dovere viste le condizioni avverse del tempo)..

  

..cambiato operatore telefonico (sono passata a Tim dopo anni che avevo 3!!!), e familiarizzato con colleghi, clienti, e ambiente circostante, posso ufficialmente dire che al Gallo mi sento proprio a mio agio; tuttavia il rientro al lavoro ha coinciso con un momento difficile per le banche, in cui contratti nazionali e integrativi saltano per aria come kamikaze..!! Ma si tira avanti e ci si organizza per affrontare le perdite.. per esempio io le mie colleghe ogni giorno (o quasi) prendiamo un’unica macchina! Oppure il pranzo, si prepara a casa e si fa il pic-nic in panchina, si in un parchetto sotto la banca, in cui sicuramente passerò gran parte delle mie pause pranzo estive da scandalo al sole, dove è presente anche un chiosco che sforna fantastiche pizze e non solo (https://www.facebook.com/bardelparco.gallo?fref=ts); vicino c’è pure un percorso “lungofiumiciattolo”,l’Apsa , tante volte avessi voglia di fare due passi.. e quando voglio mangiare qualcosa di più goloso, basta andare a riempirsi lo stomaco “da Ciacci”(http://www.locandaciacci.it/), un’istituzione qui al Gallo e dintorni, in cui è anche possibile pernottare! La Locanda Ciacci è un ristorante più che casereccio, dall’ambiente rustico e moderno.. e caratterizzato da un numero infinito di galli (finti chiaramente) di ogni tipo, rappresentati in tutte le forme possibili che un gallo possa essere rappresentato (ne ho già puntato uno, che voglio assolutamente farmi regalare entro la fine della mia permanenza qui.. la sfida è aperta!)!

b-1299523099-f7-galli-galletti-galli-in-ceramica

La cucina è piuttosto abbondante e tutto fuorché leggera! Ma una volta alla settimana ce lo concediamo un passatello ai porcini, o uno gnocco al capretto.. e poi si che mi tocca fare i salti come i capretti per smaltire.. se penso che fino a 2 mesi fa facevo 10 km al giorno in bicicletta a Valencia, ora sono passata a farne 50, si ma in auto!! Le mie “chiappe” NON ringraziano..

Restando in tema culinario, in particolare di prodotti caseari, voglio citarvi un caseificio famoso/importante che c’è qui al Gallo; sto parlando del caseificio Val d’Apsa (http://www.caseificiovaldapsa.it/ita/index.php), nato negli anni ‘70 grazie alla famiglia Casula, che porta avanti due obiettivi: continuare la tradizione familiare e recuperare i formaggi storici dell’ urbinate.

416667_404172882931773_804539357_o

Il Caseificio si è conquistato uno spazio prima locale, poi nazionale, per arrivare ai giorni nostri ad affacciarsi al mercato internazionale con una serie di prodotti semplici, genuini ed originali.

Una volta messe da parte caciotte e pecorini, un’altra azienda interessante per una gallinella come me, e che prima di venire qui non avevo mai sentito nominare, è quella delle scarpe di Emanuela Passeri, calzaturificio nato nel 1956, che si distingue per ricercatezza e qualità! Io chiaramente mi sono fatta portare in filiale il catalogo della collezione primavera estate 2015, che potete visionare anche voi andando sul loro sito internet http://www.emanuelapasseri.it/entrata_it.htm, e mi sono già segnata i prossimi acquisti…

10

15

14

5

..che ne pensate ???

E dopo una giornata di duro lavoro, cibo e shopping, direi che è il momento delle terme! Le terme di Raffaello (http://www.termediraffaello.it/index.cfm! Così chiamate perchè in passato venivano frequentate dal famoso pittore Raffaello Sanzio.

Infine, per tutti gli appassionati di canto, segnatevi l’appuntamento di luglio con il festival del gallo d’oro (http://www.festivalgallodoro.it/), una rassegna canora iniziata per caso nel 1966 ad opera di un parroco che con gli anni ha interessato e coinvolto sempre più persone!

Insomma Welcome to Gallo di Petriano…

Annunci

5 thoughts on “UNA GALLINELLA AL GALLO (di Petriano)

  1. Daniele ha detto:

    Hai ragione, Ciacci è un locale davvero rustico e singolare: solo lì succede che se ordini un po’ di formaggio ti attivano con due mezze forme che devi tagliare tu stesso! così come se chiedi un pezzo di crostata te ne arriva una intera, o mezza …in base a quanta ce n’è disponibile 🙂 il brutto è quando chiedi un limoncino che ti portano l’intera brocca! …e lì se a uno piace bere va dura!
    Visto che hai citato le eccellenze del Gallo ne approfitto per nominare il Conad, non certo per pubblicità ma solo perché conosco da una vita i titolari, in particolare Gabriele.
    E complimenti per il blog!!!!! 🙂

    Liked by 1 persona

    • Grazie Daniele, mi fa piacere che ti piace il blog 😉
      Cosa dici, Ciacci mi regalerà un gallo? Aiutami !!!!
      Ho scritto l’articolo un mese dopo il mio arrivo.. E quindi sto scoprendo piano piano posti, persone, “sapori”… Sto benissimo al gallo..
      La vostra gallinella 😘😘😘

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...