Un anno de “Una Gallinella al Gallo”

Un anno fa, al mio rientro al lavoro al termine dell’aspettativa, ricevetti la lettera di trasferimento a Gallo di Petriano; quello che io interpretai come un esilio, è diventata ormai una saga..  ..eccomi infatti qui, a distanza di un anno a soffiare sulla mia prima candelina che credo proprio spegnerò alla Locanda Ciacci, il locale storico di Gallo, che con i suoi passatelli ai porcini mi ha letteralmente stregata (e ingrassata), con la speranza di avere in regalo LA gallinella dalle lunghe ciglia nere, e dal piumaggio variopinto,  ma che le “Ciacci’s Sisters” tengono gelosamente esposta in una vetrinetta all’entrata in compagnia di altri galletti.

Frivolezze a parte, cosa ne è stato di questo anno al Gallo??? Appena arrivata ero talmente frastornata che neanche mi rendevo conto in che bolla deprimente vivevo; ero ovattata dai ricordi dell’anno appena trascorso in giro per il mondo, ma soprattutto il cambiamento è stato così veloce e drastico che non ho avuto il tempo di rendermi conto, lato positivo, ma è anche vero che non mi sono data il tempo di metabolizzare;   insomma un’indigestione che mi ha lasciata inconsapevolmente stordita e provata per parecchi mesi; sommata poi alla sfera personale per niente al top, e alla situazione bancaria degli ultimi anni, dove non sapevi di che morte morire o di che reincarnazione rinascere, in cui il malcontento generale rendeva i giorni carichi di ansia e angoscia, posso dirvi, anche se mi avete visto (quasi) sempre sorridente, più per paralisi che per convizione, che è stato un anno pesante..!!! MA, come diceva Vasco Rossi in una canzone, “io sono ancora qua.. eh già” .. e chissà ancora per quanto… (AIUTOOOO) 

Tuttavia se dovessi andare via domani.. (perchè la speranza è sempre l’ultima a morire, ma si sa anche che chi vive sperando, muore c……..o) ripenserei a quello che questo posto mi ha per certi versi “regalato”, perchè col senno di poi si guarda sempre tutto col sorriso e con piacere, anche cose, persone e situazioni che ti hanno fatto arrabbiare. Innanzitutto non è un paese per galletti, ma di veri e propri galli cedroni, eh si, non si scherza qua eh :P, e poi se c’è una cosa che mi rimarrà ben impressa, è la routine.. ogni filiale ha le sue caratteristiche, e qui si ha la routine! Mi spiego meglio: tutti i giorni entra la stessa gente, che fa le stesse operazioni, le stesse operazioni per la stessa gente! È incredibile davvero, ed è un pò come il tintinnare perenne di una goccia, senza rendertene conto, dopo di un pò ti manda in tilt! Se c’è una cosa invece che mi ha stupito è sentire gli stranieri parlare dialetto pesarese meglio di me, e devo dire mi pare esserci una discreta integrazione qua, o perlomeno è quello che trapassa dal vetro della mia cassa. Ci sono stati diversi cambiamenti, a partire dai colleghi, fuori una e dentro un’altra, che mi ha resa orfana durante le passeggiate lungo l’Apsa; clienti che vengono, clienti che vanno.. mi ha colpito il pasticcere che ha mollato tutto per aprire un bed and breakfast in Salento insieme alla moglie (forse presto avrò altre info), e ora al posto del Rooster bar, c’è il grazioso Via Roma Cafè della biondissima Linda; Gianni D’Marin il poeta, continua a detenere il titolo di galantuomo del paese; Mark il barbone se n’è andato e non ne ho più avuto notizia, così come se ne sono andati diversi pensionati, ma allo stesso tempo sono nati bambini, giovani coppie si sono sposate, altre si sono lasciate, io mi sono lanciata alla scoperta di questo posto tra centri yoga, gelati, scarpe, vestiti (e chi mi ha seguito sa di cosa parlo), e il sole ha sempre brillato, perchè l’inverno vero e proprio non è mai arrivato qui al Gallo, anche quando partivo da casa con la nebbia più feroce, o quando ho rischiato un testacoda in rotatoria a causa del ghiaccio.. ma forse perchè il sole bisogna portarselo dentro..  

..una gallinella al gallo ..e l’esilio continua.. :* 🙂 😛

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...